Informazioni sull’aloe vera

Aloe vera

Oggi ti voglio parlare di una pianta molto importante, l’aloe vera.
E’ una pianta grassa che conosco da sempre ma, fino a poco tempo fa, non ne conoscevo affatto le proprietà curative e benefiche.
Ho iniziato a documentarmi dopo averne sentito parlare da molte Guru di Youtube le quali, mi hanno spinto a comprarne un tubetto sotto forma di gel.
Il motivo più importante dell’acquisto direi che è stata la mia dermatite seborroica, mi sono accorta di averla sul viso e all’attaccatura dei capelli lo scorso settembre (ovviamente ho consultato il parere di un medico esperto il quale mi ha prescritto la cura più adatta per risolvere la questione).
Ormai il problema maggiore è scomparso ma, nei cambi di stagione o nella settimana del ciclo tende a ricomparire il fastidio e, siccome nel lungo termine ho voluto evitare di usare dei medicinali, ho deciso di seguire un metodo più naturale applicando un leggero strato di gel d’aloe sulla pelle, metodo che mi dà molto giovamento.
La dermatite mi provocava un prurito molto fastidioso e io, pur cercando di resistere il più possibile, finisco sempre per grattarmi e perciò irrito la pelle.
Grazie ai suoi principi attivi, il gel d’aloe mi lenisce e cura la cute e ultimamente l’ho trovato un prodotto molto valido da usare anche durante la pulizia del viso quotidiana.
Al momento ho provato solo quello di Specchiasol (link alla recensione qui, click!) e quello di Amici per la Pelle (link alla recensione qui, click!), nei due articolo potrai trovare alcuni spunti di utilizzo alternativo.
Ma considerando che l’aloe è un ottimo riattivatore delle difese immunitarie, disintossicante, antinfiammatorio, cicatrizzante, antinvecchiamento, rigenerante, idratante, antipiretico, anestetico, equilibratore intestinale, antidolorifico, stimolatore del metabolismo ed un alimento altamente nutritivo puoi capire che può essere sfruttato in tantissimi altri modi.
Volendo si può sfruttare direttamente la polpa trasparente di una foglia di aloe, spellandola, ma in questo caso poi bisogna utilizzarla entro pochi giorni altrimenti va’ a male se non ci si aggiungono dei conservanti.

Tu conoscevi questa pianta prodigiosa?
A presto!

Feedback

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: