Il momento di terrore si ripete:

Sono passati solamente una decina di giorni da quella nottata…
Il caso ha voluto che io dormissi ancora dai miei genitori, in uno dei quartieri del ponente di Genova…
La notte tra giovedì 9 e venerdì 10 ottobre scorso per noi trascorse tranquillamente come il resto delle altre sere, perchè in famiglia eravamo tutti cotti per via della lavori alla mia casa nuova…
La mattina la sveglia suonò presto per tutti perchè io dovevo andare a lavoro mentre papà e mamma sbrigavano faccende per me, nella casa nuova…
Io e mamma eravamo sulla soglia della porta d’ingresso quando iniziarono ad arrivarmi una marea di messaggi sul cellulare…
Nella mia famiglia non si usa guardare la televisione al mattino perchè da bimbi ci si imbambola davanti e da grandi si è sempre di corsa…
Così io e mamma ci precipitammo ad accendere la tv, sintonizzammo su Primocanale e capimmo che durante la notte era successo… Era successo di nuovo…
Mentre realizzavo l’accaduto mandai messaggi a destra e manca per capire se conoscenti ed amici stessero bene ma in primis contattai il mio Fidanzato che trascorse la nottata esattamente poco piu’ in là del punto nel quale il Bisagno provocò la morte di una persona…

Per quanto mi riguarda non abbiamo avuto danni gravi, solamente un box allagato e tanta angoscia nel cuore…
Genova è ancora fortemente danneggiata sia fisicamente che moralmente…
C’è bisogno di farci forza l’un l’altro perchè la Superba non deve morire…
E’ una città difficile e misteriosa come i suoi caruggi, la puoi odiare fino ad andartene ma poi sale la nostalgia e quando torni il cuore torna ad essere pieno…
Genova deve tornare a risplendere perciò uniamoci e cerchiamo di dare una mano a chi ne ha bisogno…
Io ci credo e ho donato

wpid-img_13725779686434_DWN

Grazie ad Anna Venere, Tatiana e Iaia per aver ideato il crowdfunding ♥
Grazie a tutte Voi che condividerete ♥

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: